Spettacolo teatrale Don Chisciotte e Sancio Panza

da Miguel de Cervantes
Regia di Gennaro Duccilli
Scene di Sergio Gotti

 

Tratto dalla più celebre opera letteraria dello scrittore spagnolo Miguel de Cervantes, considerata una delle più importanti opere della letteratura mondiale, lo spettacolo teatrale mescola momenti comici, grotteschi, poetici e componenti fortemente spettacolari.

 

Don Chisciotte e Sancio Panza, tra i più celebrati personaggi della letteratura di tutti i tempi, vi terranno incollati alla poltrona dall'inizio alla fine, con le loro gesta!

Clicca qui per avere maggiori informazioni sullo spettacolo teatrale.

Don Chisciotte teatro
Manifesto spettacolo teatrale Don Chisciotte

Spettacolo teatrale "DR. JEKYLL e MR. HYDE TEATRO"

“Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde” è considerata la più importante opera di Stevenson, ed è uno dei più grandi classici della letteratura fantastica di tutti i tempi.

La trama del racconto trae origine da un incubo dell’autore. Fortemente impressionato dallo “spirito malvagio” che aveva abitato la sua notte, lo scrittore si mise immediatamente al lavoro su quel che diventerà il suo capolavoro.

“Quel forte senso della doppiezza che si annida nell' uomo è qualcosa che a tratti cattura e sovrasta la mente di ogni creatura pensante”.

 

Clicca qui per avere maggiori informazioni sullo spettacolo teatrale.

Spettacolo teatrale "OTELLO, ULTIMO ATTO"

Trittico Shakespeariano (Otello, Riccardo III, Macbeth) ispirato ad una storia vera

di Gennaro Duccilli da W.Shakespeare
per la regia di Gennaro Duccilli

Un uomo, una donna, una pistola: un famoso attore (vincitore del Premio Oscar nel 1970)uccide, in albergo, la sua giovane moglie, anche lei attrice. Il senso di colpa, la vergogna, il vuoto infinito …come colmarlo, prima di farsi saltare le cervella? Ecco l’idea! Nulla muore, nulla si distrugge in teatro; e tutto si sublima. L’attore, disperato e in preda all’alcool, trascina il corpo di lei in teatro,quel luogo formidabile dove passato presente e futuro coesistono,e lo affida alle "Maree del Tempo” del Teatro, nella speranza di poterla veder rivivere un’ultima volta nei personaggi da lei interpretati.
Ma siamo davvero in teatro? Oppure assistiamo al dilatarsi di quei pochi istanti che separano il primo colpo di pistola dal secondo, contro se stesso?

Otello, Ultimo Atto
Otello, Ultimo Atto

Galleria fotografica spettacolo "Otello, ultimo atto"

Galleria fotografica dello spettacolo "Otello, ultimo atto"

 

Clicca qui per guardare le foto dello spettacolo teatrale "Otello, ultimo Atto" per la regia di Gennaro Duccilli. Fotografie M. Donatone

Spettacolo teatrale “CALIGOLA” di Gennaro Duccilli, da Camus e Svetonio

Lo spettacolo  teatrale "Caligola", per la regia di Gennaro Duccilli, ha rappresentato l’Italia in Spagna, riscuotendo uno straordinario successo di pubblico e di critica, nei due Festival internazionali di Italica (Siviglia) e Baelo Claudia (Cadice), ha celebrato la nascita il centenario della nascita di Albert Camus a Roma, a Castel Sant'Angelo nell'ambito della manifestazione "Notti d'estate a Castel Sant'Angelo".


Chi è Caligola? Il “mostro” che la letteratura e una certa storia ci hanno tramandato?
L’imperatore romano che Svetonio nel suo “Vite dei Cesari” dipinge come folle e sanguinario? Un tiranno che, in preda ad una narcisistica smania di potere, fece senatore il suo cavallo per sottolineare il totale disprezzo nei confronti del senato? O Caligola è,invece,un personaggio visionario che, irrimediabilmente segnato dalla morte della adorata sorella amante Drusilla, si tortura nella ricerca dell’Impossibile cadendo in un gorgo di disperazione e crudeltà?

Caligola è,forse,un po’ tutto questo ma anche,e sicuramente,molto di più.
La messa in scena di Gennaro Duccilli regista-interprete di “Caligola” mantiene come corpo centrale il bellissimo testo teatrale di Albert Camus (premio Nobel per la letteratura) ma ha, come prologo, un rito Isiaco officiato dallo stesso Caligola, in vesti egizie,sul lago di Nemi dove l’imperatore fece costruire due gigantesche navi:una tempio,l’altra palazzo.

 

Il lago di Nemi era lo specchio di Diana-Iside-Drusilla , l’amatissima sorella-amante-Dea la cui morte cambierà il destino di Caligola.
Caligola, regista e protagonista, fa alzare il fondale e il mondo tutto diventa un palcoscenico.


Inizia la messinscena dell’ossessivo ed estremo tentativo umano di raggiungere l’Impossibile. E tutti quanti noi non siamo che pubblico.

[Dettagli...]

Presentazione dello spettacolo

Due o tre cose su Caligola o dell’impossibile nell’adattamento di Gennaro Duccilli
La recensione del Prof. Aldo Meccariello
Caligola2 (3).pdf
Documento Adobe Acrobat 81.9 KB
Presentazione dello spettacolo
Una presentazione dello spettacolo "Caligola"
proposta spettacolo_ita_2012_webnop.pdf
Documento Adobe Acrobat 5.0 MB

Qualche articolo recente sullo spettacolo

Applausi caldi e scroscianti per "Caligola" all'Artemisio
Articolo pubblicato il 12.01.2013 sul settimanale "L'Artemisio" di Barbara Gazzabin
12.01.2013 - L Artemisio.pdf
Documento Adobe Acrobat 826.0 KB
Luci sulla ribalta
Articolo pubblicato il 18.01.2013 sul settimanale "La Voce"
18.01.2013 - La Voce.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.5 MB
Foto Tournée Spagna Link
Foto Spettacolo
Link

Spettacolo teatrale "La Duchessa di Amalfi"

di John Webster, per la regia di Gennaro Duccilli


Un fatto di cronaca realmente accaduto in Italia nel 1510
Il dramma di una donna perseguitata ed uccisa dai fratelli per aver rivendicato la sua libertà.
Nel testo teatrale di Webster vi è una vivida simpatia espressa nei confronti della protagonista.

La duchessa lotta per la vita, per una vita indipendente e profondamente vissuta; anche nei momenti di maggior dolore, la sua nobiltà, l’accettazione dignitosa della sua condizione, la rendono un simbolo dell’inesauribile forza dello spirito umano e, in particolare, dello spirito femminile spesso, anche ai giorni nostri, minacciato dalla violenza.

 

Clicca qui per avere maggiori informazioni sullo spettacolo

Presentazione de "La Duchessa di Amalfi"
Una presentazione dello spettacolo tratto dal testo di John Webster per la regia di Gennaro Duccilli
Duchessa di Amalfi.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.2 MB

Caravanserraglio

Locandina di Caravanserraglio
Locandina di Caravanserraglio

SPETTACOLO E STAGE TEATRALE

 

Con il patrocinio ed il contributo  del Consiglio Regionale del Lazio e del Comune di Lariano, in collaborazione con gli Amici di Kainos presenta

 

LARIANO - 21 novembre ore 21:00

al centro Polifunzionale "Tiberio Bartoli" di Lariano

 

Caravanserraglio, nella corte dei Miracoli

 

spettacolo teatrale di Gennaro Duccilli

 

Stage sulla maschera interpretativa

 

a cura di Gennaro Duccilli

 

Guarda le foto dello spettacolo

 

Spettacolo teatrale "Quasimodo, il Gobbo di Notre Dame"

di Gennaro Duccilli da Victor Hugo

"Il Diverso è l'Altro che vive nel profondo di noi stessi così fragile che ci commuove ma così potente che ci restituisce la parte più bella del nostro mondo interiore"


Cosa accade quando la Bellezza si manifesta nel mondo? Tutto tende a quel centro di armonia senza possibilità di sottrarsi all’inevitabile attrazione. Ogni perfezione fa nascere il suo contrario e così alla Bellezza fa da seguito necessariamente il Brutto.

L’apparizione di Esmeralda, la zingarella simbolo della Femminilità non costruita e della pura Bellezza, è il motore di tutte le vicende dello spettacolo. Non si parla di storie d’amore ma di trasformazioni.

 

                                                                                 

Spettacolo Teatrale "Salem:1692 la Seduzione del Male"

di Gennaro Duccilli da Arthur Miller

"Ogni grande mito ha un piede sul "male", cioè sul disastro che ci minaccia tutti, noi uomini, periodicamente, e se un sussulto è necessario a scongiurare il disastro, sta soprattutto al teatro realizzare con le sue immagini e le sue forme il segno poetico e magico di questo sussulto."

Antonin Artaud

 

“All’inizio del 1692 il reverendo Samuel Parris (pastore della Chiesa di Salem Village, nel Massachussets) ebbe una sua figliola di nove anni (Elizabeth) e una nipote di circa dodici (Abigail Williams) gravemente colpite da disturbi di cui nessuno riuscì a stabilire la natura; Mr Parris invitò a consulto alcuni ministri dei dintorni; costoro conclusero trattarsi di fatti soprannaturali, ed espressero il timore che in tutta la faccenda vi fosse la mano di Satana.” (dalla testimonianza di John Hale, protagonista dei fatti di Salem). Iniziò così un’inarrestabile Caccia alle streghe.